percorsi formativi
chi siamo

La delibera del cons. provinciale di Asti del 13 gennaio 1988 approvava l'atto costitutivo della sezione aimc di Nizza Monferrato.La sezione di Nizza si è costituita in modo informale il 31 gennaio 1988, festa di S. Giovanni Bosco, con un gruppo di insegnanti ex-allieve dell'istituto magistrale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, ramo femminile dei salesiani. Il giorno 5 marzo 1988 alle ore 15 presso il salone della Parrocchia di S. Siro, il cui parroco Prof. Don Beccuti Edoardo ha accettato di essere l'Assistente della nuova sezione, si è tenuto l'incontro inaugurale condotto dal Dott. Silvio Titone, ispettore tecnico periferico - consigliere nazionale AIMC che trattò il tema "PROFESSIONALITADELLA FUNZIONE DOCENTE" ad una nutrita assemblea di operatori scolastici. Presenti i responsabili del settore scuola materna Alberto Marina - e del settore elementari Modafferi Maria. Il Dott. Titone ha considerato presidente in pectore l'insegnante Alberto in seguito formalizzata tale.
Accolta con favore dall'allora presidente nazionale Cav. Dott Carlo Buzzi, la sezione veniva dotata di un cospicuo numero di testi formanti un primo nucleo di biblioteca AIMC. lA SEZIONE HA COME SEDE UNA SALETTA PRESSO LA REDAZIONE DEL SETTIMANALE DIOCESANO "ANCORA" , IN vIA PIO CORSI, 25
Il primo impegno della nuova sezione è stato la promozione di un Corso di aggiornamento per le insegnanti di scuola materna in ordine all'educazione religiosa autorizzato dall'allora vescovo di Acqui mons. Livio Maritano.
Altri corsi di aggiornamento costituiti anche con la collaborazione di insegnanti AIMC della Provincia quali formatori, con docenti della scuola magistrale Nostra Signora delle Grazie, nel frattempo promossa liceo pedagogico, sono andati via via perfezionandosi fino a raggiungere una qualità culturale alta. Inoltre si sono sempre promossi corsi di preparazione ai concorsi per l'entrata in ruolo nella scuola di stato.
Con lettera di presentazione al Sindaco di Nizza dell'epoca Prof. Odasso Giuseppe, datata 20 settembre 1991, la sezione che "conta 66 iscritti tra insegnanti e dirigenti delle scuole dell'infanzia ed elementare sia d'istituzioni private che statali. Ritenendo di importanza fondamentale l'educazione dei bambini e delle bambine per lo sviluppo di ogni comunità civile, mette a vostra disposizione ogni nostra specifica competenza...." apre una stagione di collaborazione con l'assessorato alla cultura della città ultimamente avvalorato dal patrocinio su tematiche di carattere diffusivo anche per i genitori dei bambini delle scuole di base della città e del distretto Canelli - Bubbio in cui esercitano la maggioranza degli iscritti
Ottobre 2004: IL PORTFOLIO...
OTTOBRE 2005: BULLISMO
Ottobre 2006: VIOLENZA SUI BAMBINI...
OTTOBRE 2007: INTERCULTURA...
Dalle iniziali 60 iscritte, la sezione si attesta sui 40 iscritti al 2008 - ventennale della sua costituzione. La Presidenza è stata sempre tenuta dall'ins. Alberto Marina, con una parentesi di quattro anni dal 2002 al 2006 in cui è stata presidente l'ins. Balbo Mariangela ma la conduzione della sezione è costituita da un gruppo operativo affiatato e coinvolgente.

Non possiamo tralasciare in questa pagina una nota in onore del nostro assistente: è il Prof. Don Beccuti Edoardo, parroco in S. Siro da 40'anni e da venti assistente nostro. Inizialmente era insegnante di religione nelle magistrali e poi al liceo pedagogico dell'istituto N.S. delle Grazie. E' molto attento all'AIMC tanto che legge con attenzione le pubblicazioni e considerando la sua formazione in filosofia e la sua passione educativa trae dagli articoli del Maestro spunti e citazioni che usa come un grimaldello nelle sue omelie domenicali rivolgendosi alle famiglie (altro partner nel discorso educativo) Quando poi celebra la messa per l'AIMC si prepara ricercando un passo del vangelo che c' impegna, c'interroga, s'insinua nel tessuto connettivo del nostro essere persone con una grande responsabilità educativa, dai suoi incontri ci portiamo via la voglia di ricominciare, di rinnovarci per amore di Dio nei bambini, nella scuola.
A Lui va il nostro sincero ringraziamento.

Da più di 20 anni opera sul territorio di Nizza e dintorni la sezione locale dell’AIMC, Associazione di Maestri Cattolici  fondata a Roma “all’ombra” dell’Azione Cattolica nel 1946…
Come mai dal 1988 un gruppo di “maestre” ha ritenuto opportuno avviare questa associazione dalle nostre parti, per animare ed orientare il lavoro di tante insegnanti delle nostre scuole dell’infanzia e primarie?
Era il gennaio del 1988, festa di Don Bosco, quando un gruppo di EXALLIEVE-MAESTRE, con parere favorevole del consiglio provinciale dell’AIMC di Asti e la benedizione del vescovo di Acqui, fondarono la sezione nicese dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici.
Troppo lungo raccontare cosa si è realizzato in questi lustri, con il contributo di tante iscritte, magari non tutte “ex allieve”…ma disponibili a “spendersi”  per la scuola. Vogliamo  ricordare con gioia i momenti particolari di aggiornamento condivisi: sulla manualità creativa con la Dorigo, sull’educazione musicale con Sr. Bruna, sulla sicurezza ed il Pronto Soccorso con la carissima Monica Sburlati  (e la Lg 626 non esisteva ancora…bei tempi…)
C’è un legame:di persone , affetti e “formazione” tra molte ex allieve e molte tesserate all’aimc. Quante volte “le suore” hanno prestato strumenti tecnici per incontri d’aggiornamento? Quante volte le “maestre”, con una telefonata, si rendono disponibili “ad esserci” per questioni di scuola?
La Curia di Acqui e quella di Alessandria, ad esempio , si rivolgono ai formatori dell’aimc di Nizza e di Asti per organizzare corsi di aggiornamento per gli Insegnanti di Religione Cattolica che operano nelle scuole pubbliche delle due diocesi.
L’Unione  di Nizza si  impegna in varie  iniziative di solidarietà, le ex-allieve sostengono tante attività, ben al di là del nostro territorio , ma l’opportunità di “volontariato” offerta dall’associazionismo professionale può essere, per ex allieve ed ex allievi impegnati nelle scuole di ogni ordine e grado, un’ occasione di servizio, con un tocco di “salesianità”, verso alunni e colleghi, che non guasta, anche nei Collegi Docenti “nostrani”.
Centenario delle ex allieve e ventennio dell’aimc: anniversari da festeggiare insieme, per continuare a collaborare insieme.

 

chi siamo

vai alla pagina

VAI ALLA PAGINA

VENERDÌ 20 APRILE 2012
ore 21,00
Foro Boario Pio Corsi
Piazza Garibaldi - Nizza Monferrato AT
Una riflessione per chi
è più vicino e si dedica
ai giovani:
genitori, insegnanti,
educatori e animatori
FARE I GENITORI ESSERE FIGLI
EDUCAZIONE ALLA GENITORIALITÀ
Il papà questo sconosciuto

Relatore
DOTT.SSA VINERBA ROBERTA
Docente di Teologia Morale
scarica il volantino

- 4 SETTEMBRE 2009 NUOVO CONSIGLIO AIMC DI NIZZA

1) Bossolino Marisa Presidente

2) Rossi Angela         Amministrazione (vice presidente coadiuvante)

3) Grasso Daniela     Segretaria

4) Balbo Patrizia        Consigliera

5) Rossi Anna Lisa    Consigliera

6) Vacchina Silvi        Consigliera

7) Alberto Marina       Consigliera.

Inoltre sono stati delegati

Provinciale Rossi Angela  accompagnata dalla presidente Bossolino e dalla responsabile associativa all'assemblea di Sezione Alberto Marina (nominata da Bianca Testone)

Regionale Alberto Marina

Nazionale Bossolino Marisa.

Il consiglio regolarmente convocato per l'8  settembre alle ore 17  venerdì 4 settembre al termine dello spoglio schede ha deciso:

1) Presentazione nuovo  gestione ai soci con lettera.

2)     "                        "             "         alla Direttrice Ist. NS delle Grazie

3)     "                         "            "         all'assessore politiche sociali e scuola previo appuntamento

4)     "                         "            "         al nuovo assistente Don Aldo Badano previa accetttazione da parte sua.

5)     "                         "            "          alla Dirigente di Nizza.

 

- AIMC DI NIZZA E TERRITORIO

Questa mattina, 26 settembre 2009, la nuova Presidente della sezione AIMC di Nizza Marisa Bossolino, accompagnata dalla ex Marina Alberto, hanno partecipato al primo incontro della Consulta Diocesana delle associazioni laicali. Alla presenza del Vescovo di Acqui Mons. Piergiorgio Micchiardi, si sono presentate le 28 associazioni sparse sul territorio della diocesi di Acqui. La conoscenza reciproca si è rivelata una panoramica sul mondo sommerso del volontariato cristiano. Movimento della vita con 75 bambini salvati dall'aborto con il progetto Gemma, Caritas con 65.000 pasti mensili preparati e consumati presso la mensa fraterna, S. Vincenzo con casa di otto appartamenti lasciata in eredità e rimessa a norma per persone anziane sole ma autosufficienti; gruppi di preghiera, associazione di genitori, salesiani cooperatori che nutrono dall'interno le comunità civili della diocesi. E l'A.I.M.C. di Nizza che oltre all'impegno della formazione per gli insegnanti delle scuole di base affianca la diocesi nel sostenere ormai da anni l'aggiornamento degli insegnanti di religione cattolica.

L'obiettivo di questi incontri si prevedono a scadenza annuale. Conoscersi per apprezzarsi e richiedere eventuale aiuto e sostegno per far fronte alle problematiche della vita che sovente  si intersecano e richiedono risposte puntuali e specificità che solo chi per "carisma"  con il proprio operare sostiene il lavoro di volontario, può offrire. Consulenze, confronti, scambi tutto e sempre nell'ottica di lavorare nella Vigna del Signore consapevoli di sostenere un ruolo difficilmente sostituibile da altri organismi.  Ci si è lasciati con l'impegno a rivedersi a fine giugno per un incontro più disteso magari con l'intervento di qualche specialista particolarmente dotato di quella Sapienza che accenda le volontà e i cuori.  Il vescovo ha poi illustrato brevemente la lettera pastorale del 2009/2010 e ha richiesto la partecipazione al corso di teologia per tutti  centrato sulle tematiche da lui esposte nella sua lettera. Un'occasione davvero "per tutti" che si pubblicizza in allegato.  

SCARICA I DOCUMENTI

- TERZO INCONTRO SULLA DIDATTICA SOSTENIBILE
Il 4 settembre si è tenuto a Nizza Monferrato, presso la scuola Primaria Rossignoli, il terzo incontro sulla “didattica sostenibile”. Le docenti Tiziana Mo ed Anna Maria Canavero hanno presentato metodologie attive dell’ambito linguistico e scientifico ad un attento pubblico di insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. Il cd di documentazione è reperibile presso la seda della sezione di Nizza.

- ASSEMBLEA DI SEZIONE
Venerdì 4 settembre, prima dell’incontro formativo sulla didattica sostenibile, si è svolta l’assemblea di sezione per il rinnovo del consiglio e delle cariche associative dell’aimc.
 Dopo l’introduzione della presidente uscente, Alberto Marina, e’ stato illustrato il tema congressuale: “Per educare a vivere- L’aimc scommette sul professionista di scuola” a cura di Anna Maria Canavero.

- 17 APRILE 2009, NIZZA MONFERRATO: "RETI DI CURA E CONTESTI DA RE-INVENTARE - RELATORE BRUNO FORTE, FORMATORE ALL'UNIVERSITA' DI TRIESTE.

VAI ALLA PAGINA DI DOCUMENTAZIONE DELL'INCONTRO

- DIOCESI DI ALBA: INCONTRO QUARESIMALE CON IL VESCOVO PER DOCENTI DI RELIGIONE E MAESTRI CATTOLICI
Venerdì 27 marzo nel tardo pomeriggio, presso la casa di spiritualità di Altavilla, vicino ad Alba, due insegnanti della sezione di Nizza hanno partecipato all’incontro organizzato dalla diocesi e dall’UCIIM albese per insegnanti di religione e non. Dopo la preghiera dei vespri recitati insieme, il vescovo  ha presentato ai numerosi docenti e dirigenti il “MESSAGGIO AL POPOLO DI DIO”  del sinodo dei vescovi, approvato a conclusione della XII Assemblea Generale del 24 ottobre 2008.
Il messaggio è rivolto a “….tutti coloro che nelle diverse regioni del mondo seguono Cristo…” e riguarda la PAROLA DI DIO.
Giustamente il vescovo, Sebastiano Dho ricorda ai presenti di non accontentarsi dell’immagine di Chiesa offerta dalla televisione, ma di approfondirne la conoscenza diretta attraverso i documenti reali che vengono offerti al Popolo di Dio. Questo, preso in esame in occasione dell’incontro con gli insegnanti, propone una sorta di viaggio spirituale…”che dall’eterno e dall’infinito ci condurrà fino nelle nostre case e lungo le strade delle nostre città”.
Interessante e coinvolgente la presentazione del vescovo, che è stata articolata in base ai capitoli del “Messaggio”.

  1. LA VOCE DELLA PAROLA:LA RIVELAZIONE
  2. IL VOLTO DELLA PAROLA:GESU’ CRISTO
  3. LA CASA DELLA PAROLA:LA CHIESA
  4. LE STRADE DELLA PAROLA:LA MISSIONE

A conclusione dell’incontro un breve dibattito tra i partecipanti e l’augurio pasquale estrapolato dal testo. “Creiamo ora silenzio per ascoltare con efficacia la parola del Signore e conserviamo il silenzio dopo l’ascolto, perché essa continuerà a dimorare, a vivere e a parlare a noi. Facciamola risuonare all’inizio del nostro giorno perché Dio abbia la prima parola e lasciamola echeggiare in noi alla sera, perché l’ultima parola sia di Dio.”

- “L’ESSERE A SCUOLA: FILOSOFIA TRA DI NOI E CON I BAMBINI”
Alba- Via Mandelli. Dicembre 2008/ Febbraio 2009
Più di 20  Insegnanti di Religione Cattolica della diocesi di Alba hanno seguito 4 incontri  sul tema della filosofia per/con i bambini condotti dal prof. A. Galvagno, tutor all’università di Torino.
Le attività si sono svolte in modalità attiva: presentazione dell’attuale scenario pedagogico circa la filosofia con i bambini e di materiali già sperimentati. Si sono realizzati momenti in gruppo per approfondire gli aspetti metodologici.
Sono state sperimentate modalità e tecniche di animazione, di ricerca per la condivisione della conoscenza. Si è potuto sviluppare un’attività di riflessione condivisa circa la valenza “filosofica” di vari argomenti , tratti dai materiali didattici proposti.
 Il ruolo del docente facilitatore del processo di riflessione metacognitiva si basa sulla capacità di utilizzare , in classe, sezione o gruppo di bambini, diversi materiali didattici (narrativi, poetici, iconici) per stimolare gli alunni al confronto dei punti di vista, alla conversazione “filosofica”, alla costruzione della consapevolezza di sé e del senso critico, anche partendo dalle esperienze della vita quotidiana..
Edda Soave

 

“Gestire la complessità del presente è cosa ardua, per famiglie, scuola e vari “addetti ai lavori” in ambito educativo extrascolastico. Confrontare, raccordare i vari interventi formativi, a livello istituzionale e interpersonale, richiede competenze plurime dei diversi interlocutori sociali che agiscono sul territorio. NON SI PUO’ NON COMUNICARE, ma comunicare in modalità efficaci e realmente consone alla soluzione di problemi concreti non è abilità acquisita dalla scuola, dai servizi sociali, dai diversi enti preposti. Le “reti di cura” per bambini ragazzi e famiglie, a volte riescono più ad aggrovigliarsi e “soffocare”, con burocrazia e passaggi formali, che a sostenere e sorreggere chi è in difficoltà o vive situazioni di disagio più o meno grave. I vari contesti (scuola- servizi - enti - famiglie) sono da reinventare in un’ottica di interscambio e cooperazione: chi deve fare il “primo passo”, chi deve tendere la mano, chi deve cogliere bisogni ed istanze, chi deve intervenire, e come,  per affrontare diverse problematiche del settore educativo…Tutte questioni aperte da chiarire. Forse buona volontà e “volontarismo” non bastano: occorre costruire un tessuto che “tiene” ed opera fattivamente, con efficacia e professionalità: gli insegnanti dal loro punto di vista “privilegiato”, perché in prima linea…e gli altri operatori con competenze specifiche, mirate e finalizzate, non “disperse”. E le famiglie “attente” ai loro figli e disponibili a prendersene cura”…

Riflessioni del gruppo operativo di Nizza in preparazione al convegno del 17 aprile 2009.

 


Il consiglio di sezione dell’aimc di Nizza, riunitosi il 12 dicembre presso la sete associativa, ha deliberato di organizzare un secondo incontro “per una didattica sostenibile” che si terrà il 5 marzo 2009 a cura di T. Mo ed A.M. Canavero.
L’iniziativa è rivolta ad insegnanti e dirigenti di scuola materna ,elementare e media, anche non appartenenti all’aimc,  e si terrà presso i locali della Scuola Primaria di Nizza Monferrato, dalle ore 17 alle 19.  Sarà distribuito il programma dell’incontro nelle scuole a fine gennaio .
La partecipazione è gratuita.
La vice presidente della sezione aimc di Nizza