percorsi formativi

CONVEGNO SULLE NUOVE INDICAZIONI

SCARICA IL FILE DEGLI INTERVENTI

SCARICA IL FILE AUDIO DELLE DOMANDE FINALI

Un’assemblea di insegnanti attenti e partecipi ha gremito il Centro Culturale San Secondo venerdì 13 giugno per “sentir parlare” di Nuove Indicazioni. L’intento del convegno organizzato dall’Aimc di Asti, in collaborazione con l’Uciim e l’UfficioScolastico Provinciale, era proprio una riflessione su questo documento che da settembre dovrà diventare, a tutti gli effetti,  il punto di riferimento per i Piani dell’offerta formativa dei diversi ordini di  scuola.
L’intervento del  Dirigente scolastico provinciale, dott. Alessandro Militerno,  ha consentito una ricostruzione del cammino che ha portato alle attuali Nuove Indicazioni, dando così inizio alla riflessione sul documento programmatico.
Il cuore del convegno è stata la relazione dell’Ispettore  Giancarlo Cerini, uno degli estensori del nuovo testo, che  ha messo  in luce gli aspetti salienti del documento, evidenziandone gli elementi di continuità e, nello stesso tempo, di innovazione in esso contenuti.
Alcune  parole chiave hanno contrassegnato la riflessione.
NONOSTANTE TUTTO, nonostante la carenza di risorse e  le difficoltà in cui si trova la scuola in questi anni, dobbiamo poter essere orgogliosi di un progetto di scuola che abbraccia tutto il periodo dai 3 ai 14 anni.
Le Indicazioni sono la cornice di riferimento, ma devono trasformarsi in CURRICOLO REALE, progetto costruito giorno per giorno.
CONDIVISIONE, INTERCULTURA, DIGITALE, VERTICALITA’, COMPETENZA, VALUTAZIONE FORMATIVA sono altre parole focali che dovranno sempre più caratterizzare il curricolo di una scuola in cui gli insegnanti devono potersi sentire una comunità professionale, che riflette insieme sul cammino progressivo di costruzione di un sapere competente.
Una comunità in grado di confrontarsi con i cambiamenti  e che sappia aiutare i ragazzi, definiti da Baricco  “i nuovi barbari, che respirano con le branchie di Google” , ad impossessarsi con competenza dei vecchi alfabeti, in un’ottica di continuità ed evoluzione.
Con parole coinvolgenti l’ispettore Cerini è riuscito a dare una lettura appassionante del documento programmatico, attraverso un invito a ripensare al proprio  lavoro in classe come “compito delle vacanze” di tutti gli insegnanti.                                                                       
Sul sito dell’Aimc di Asti, alla pagina http://www.aimcasti.it/pag-formazione/formazione_2012/nuoveindicazioni.html,
è  possibile ascoltare la registrazione degli interventi del Dott. Militerno e del Prof. Cerini.
A.Canavero