storia associativa

GLI AMICI DI ANNA

N. Bertelle, M.L.Giraldo
Editore: San Paoloi

Anna va a scuola ed ha tanti amici: Giuseppe, che è un bambino grasso ed aggressivo, Federico che tutti chiamano "tappo piagnone", Luca che balbetta e per questo lo prendono in giro, Chiara che è un po' pasticciona... Anna, però sa trovare in tutti i suoi compagni tanti aspetti positivi e con loro si diverte molto. Ha capito che ciascuno vale per quello che sa essere, nonostante quello che può apparire agli altri. E' un libro scritto in stampatello maiuscolo con disegni molto espressivi, per questo si presta bene per i primi accostamenti alla lingua scritta. La lettura in classe consente molti spunti di approfondimento legati a:
- l'ingresso in una nuova scuola;
- la paura di non essere accettati;
- la diversità
- l'amicizia
- l'identità.
Nell'ambito di un progetto sull'identità, per esempio si possono fare giochi con le foto dei compagni, provare a sceglierne uno e a trovare qualcosa di bello da dire su di lui. In educazione all'immagine si può proporre di fare la caricatura del proprio viso, ingigantendo un particolare, oppure ritagliare foto di persone diverse dai giornali e provare a ricomporle mescolando i particolari, per arrivare a capire che ciascuno è bello così com'è. La nostra fantasia e gli spunti offerti dai bambini ci consentiranno sviluppi interessanti.